Fallingwater House by Frank lloyd Wright

Fallingwater House si libra sopra una cascata, tra le colline della Pennsylvania, incastrandosi alla formazione rocciosa. Apoteosi dell’orizzontalità, con gli sbalzi impressionanti del soggiorno e delle terrazze.

Bruno Zevi

La casa sulla cascata (1939) ha colpito per decenni osservatori, architetti e visitatori, sommando la bellezza dell’inserimento nell’ambiente naturale, all’ardimento e l’equilibrio dei suoi volumi.
Si tratta di uno dei più famosi edifici del ventesimo secolo.

Realizzata a Mill Run, Pennsylvania, nella Riserva Naturale di Bear Run, dove un ruscello scorre a circa 400 metri sul livello del mare e improvvisamente si rompe cadendo per 9 metri.
Edgar Kaufmann ha commissionato a Wright la Fallingwater House, abitazione destinata all’utilizzo part-time.

Progetto

Frank Lloyd Wright ha progettato questa casa straordinaria, ridefinendo e rivoluzionando il rapporto tra uomo, architettura e natura.

La cascata era stata il rifugio della famiglia Kaufmann per quindici anni e quando hanno incaricato Wright di progettare la casa ne hanno immaginata una di fronte alla cascata, in modo che potessero vederla.
Invece, l’architetto ha integrato il design della casa con la cascata stessa, posizionandola proprio sopra di essa per renderla parte della vita dei Kaufmann.

Materiali e ambiente

La Casa Kaufmann si presenta come un articolato intreccio di elementi in cemento, pietra e legno, con un corpo centrale dal quale si aprono, come grandi braccia ramificate, i terrazzi e tutti i piani orizzontali.

Il trattamento a sbalzo era stravagante fino a rasentare la follia, un agglomerato di piani miracolosamente sospesi nello spazio, posti in equilibrio a varie altezze.

Kenneth Frampton, storico di architettura

Wright voleva che l’interno di Fallingwater ricordasse la foresta circostante.
Le pareti e i pavimenti della casa di 500 metri quadrati sono costruiti con arenaria locale; un affioramento roccioso è incorporato nel focolare del soggiorno; ogni camera ha il proprio terrazzo; e le sue finestre senza angoli si aprono verso l’esterno in modo che i vetri delle finestre non interrompano la vista dei visitatori.
C’è persino un portello di vetro nel pavimento del livello principale che si apre per rivelare una scala che conduce al ruscello sottostante.

Spazi

L’ingresso lato est, è caratterizzato da un traliccio sopra la casa ed è continuo con il balcone posto alla sua sinistra; la massa dei piani delle camere a nord serve a controbilanciare i grandi aggetti a sud.
L’entrata principale, coperta da un albero e da un rododendro, è protetta da un muro in pietra. Il ponte coperto, primo elemento costruito, conduce dall’edificio principale agli ambienti annessi (la zona ospiti e gli alloggi personali degli inservienti).

Dal fronte ovest si vede come il balcone è sostenuto da un muro di pietra.
I solai in cemento dei terrazzi si assottigliano progressivamente in modo da contenere il peso e connettersi alla struttura metallica che comprende il grande infisso.
La sequenza degli elementi utilizzati in questa composizione è di tipo cemento-pietra-acqua-scultura-verde e il tutto si adatta perfettamente al contesto.

Architettura organica

L’architettura organica, di cui Frank Lloyd Wright fu l’interprete principale, promuoveva una profonda integrazione fra l’ambiente costruito e quello naturale, attraverso l’uso di materiali locali e forme espressive dei volumi.
Lo scopo ultimo dell’architettura organica consisteva nel raggiungimento dell’armonia tra uomo e natura, per formane un unico organismo architettonico in cui convivesse il binomio costruzione e natura.

L’ammirazione di Wright per l’architettura giapponese è stata importante nella sua ispirazione per la realizzazione della Fallingwater House.

Proprio come nell’architettura giapponese, Wright voleva creare armonia tra uomo e natura, casa Kaufmann ne è il risultato. Infatti, la dimora può essere considerata la rappresentazione plastica di questi principi, diventando simbolo dell’architettura organica.

Problematiche

La casa sulla cascata è malata della sua bellezza e l’ardire del suo creatore rischia di rivoltarlesi contro.
Secondo il notiziario degli “Amici di Fallingwater ” il problema nasce dall’insufficienza dell’armatura del calcestruzzo nelle terrazze, costruite conformemente alle istruzioni di Wright, che volle sperimentare una tecnologia e degli elementi nuovi.
Lo fece come aveva sempre fatto, privilegiando il risultato estetico rispetto alla rigidità strutturale.
Nessuno degli studiosi nasconde che la visione artistica di Wright abbia spesso trascurato i dettagli funzionali.

Era in anticipo rispetto ai suoi tempi, un innovatore. Che la pioggia filtrasse all’interno era secondario: tutto quel che cercava era l’espressione artistica.

Pamela Jerome, architetto parte del team per il restauro di Fallingwaters

Si racconta che quando un cliente chiamò per lamentarsi che pioveva dal tetto sul suo tavolo da pranzo, Wright gli rispose di spostare il tavolo.
Se Fallingwater si è salvata finora, lo si deve alla prudenza dell’impresa costruttrice che raddoppiò le armature a sua insaputa.

Oggi

Oggi, Fallingwater House è aperta al pubblico come museo ed è circondato da 5.100 acri di terreno naturale noto come Bear Run Nature Reserve.

Il 10 luglio 2019, l’UNESCO ha iscritto Fallingwater e altri sette edifici progettati da Frank Lloyd Wright nella Lista del Patrimonio Mondiale.
Inoltre, Fallingwater è designato monumento storico nazionale e tesoro del Commonwealth della Pennsylvania, e in un sondaggio dei membri dell’American Institute of Architects è stato nominato “il miglior lavoro di architettura americana di tutti i tempi”.

Dall’inizio dei primi tour pubblici nel 1964, Fallingwater ha accolto più di sei milioni di visitatori da tutto il mondo.
La rivista Travel + Leisure ha affermato che Fallingwater è “uno dei 12 punti di riferimento che cambieranno il modo in cui vedi il mondo”.

Great architecture, like any great art, ultimately takes you somewhere that words cannot take you at all. Fallingwater does that the way Chartres Cathedral does that. There’s some experience that gets you in your gut and you just feel it, and you can’t quite even say it. My whole life is dealing with architecture and words, and at the end of the day, there is something that I can’t entirely say when it comes to what Fallingwater feels like.

Paul Goldberger, Pulitzer Prize-winning architectural critic

Capolavoro architettonico

Fallingwater è uno dei capolavori dell’architettura moderna e punto di riferimento per tutti gli architetti e per lo sviluppo della disciplina.

Nonostante le problematiche presentatesi negli anni, la casa sulla cascata è divenuta non solo simbolo dell’Architettura del ventesimo secolo, ma di un design nuovo e coraggioso basato sulla creatività.

photo by: ArchiDiAP & Wright-house.com