King Somm Wine Bar & Store

King Somm Wine Bar & Store è un progetto dell’Architetto Simone Robeson della Robeson Architets a Perth in Australia.

Lo studio di architettura di Simone Robeson a Perth ha vinto un sacco di premi, tra cui il “Best in State at the Australian Interior Design Awards” nel 2018 e un elogio all’Australian Institute of Architects nel 2015 per il suo primo progetto, Triangle House.

King Somm timelapse esterno - JustHome.Design - img12

Il progetto

L’idea per King Somm è quella di creare tre spazi commerciali: un negozio di vini, un wine bar e una pizzeria, con un aspetto contemporaneo ma accogliente – il tipo di locale polifunzionale più comunemente visto nel centro di Perth, ma che qui ha dato il via ai “locali di Bayswater“.

Nello specifico, King Somm Wine Bar & Store è situato al 13 King William Street, Bayswater, WA, 6053.

King Somm Wine Bar & Store era, prima della ristrutturazione e riqualificazione, una ex sala da biliardo patrimonio dell’umanità costruita nel 1919.

King Somm vecchia struttura - JustHome.Design - img02

La Storia

L’edificio che risiede al 13 di King William Street fu aperto nel 1919 come una piccola sala da biliardo, e il negozio è quasi del tutto autentico, con pareti in muratura, vetrine di metallo e un dado piastrellato sulle pareti esterne.

All’interno dell’edificio è ancora possibile vedere i basamenti di cemento sul pavimento.

King Somm Wine Bar & Store, nella sua vecchia funzione, è storicamente associato al 4 volte campione del mondo di biliardo dilettante Robert James Percival Marshall (1910-2004).

King Somm vecchia struttura - JustHome.Design - Img02

Lavorazione

Il negozio è accessibile attraverso un piccolo corridoio dall’arco centrale nella facciata storica. Su raccomandazione di un consulente del patrimonio, il lavoro ha impegnato uno specialista di vernici che ha rimosso gli strati di vernice accumulati negli anni.

Di conseguenza, nell’area dove un tempo c’erano i posti a sedere per gli spettatori della sala bigliardo, c’è un decoro verde e oro lungo le pareti.

Lo studio di architettura di Simone Robeson ha quindi scelto di reinterpretare questo stile in modo contemporaneo facendo correre una striscia verde scuro attorno al bancone.

Altri dettagli come le altezze del tavolo, i tessuti delle tende e altri accessori si allineano con questa piccola caratteristica storica.

In alcuni punti, l’intonaco e la vernice esistenti sono stati rimossi, per esporre la muratura e il carattere originale.

L’attenzione all’illuminotecnica è massima per questo progetto.

Le luci più calde sono nascoste nelle sedute dei banchetti in compensato per evidenziare la trama delle pareti.

Un’illuminazione calda, simile alla luce delle candele, è utilizzata direttamente sui tavoli per dare allo spazio più calore e intimità.

Le assi del pavimento originali della sala da biliardo sono restaurate, così come la facciata.

Durante la ristrutturazione è stata scoperta la scrittura originale che diceva “SNOOKER & BILLIARDS” e grazie anche alle molte insistenze dei locali, è stata mantenuta.

Difficoltà e patrimonio

Fortemente sfidante in fase di progettazione per la necessità di soddisfare sia i rigorosi requisiti di accessibilità che quelli di patrimonio culturale e codice edilizio, King Somm Wine Bar & Store è motivo di orgoglio per lo Studio di Simone Robeson.

Anche rendere il collegamento dei diversi livelli di strada, enoteca e cortile, in modo conforme alle norme edilizie è stato difficile, dato il poco spazio a disposizione.

Infatti, anziché aggiungere piattaforme di sollevamento poco attraenti per far fronte alla differenza di tre metri del locale tra la parte anteriore a quella posteriore, tutti i clienti, abili e non, entrano nell’edificio attraverso una rampa che conduce dritta al corridoio centrale originale.

Il risultato è un ingresso che sembra un po ‘clandestino, come un Speakeasy del proibizionismo, fornendo allo stesso tempo funzionalità moderna.

King Somm sedute strada - JustHome.Design - img02

photo by: kingsomm.com.au and robesonarchitects.com.au